UN DIAMANTE È PER SEMPRE

Un momento molto delicato per i futuri sposi è sicuramente quello della scelta delle fedi. A molti può sembrare un elemento marginale ma, a meno che non si abbia un gioielliere di fiducia, si potrebbe rischiare di spendere molto per un anello che in realtà non vale tanto, soprattutto se è impreziosito da qualche diamante incastonato.

Ed è proprio su questo tema che oggi vogliamo fare chiarezza: quando andiamo ad acquistare un diamante, oppure un gioiello che lo contiene, dobbiamo tenere conto di varie caratteristiche che lo qualificano.

Le famose “4 C”: tutti noi abbiamo sentito parlare almeno una volta delle quattro proprietà che caratterizzano un diamante.  Quando andiamo dal gioielliere per un diamante ci troviamo subito a parlare del peso in carati, ovviamente più pesa più grande è il diamante. Parliamo della purezza, ovvero se presenta delle “inclusioni” di altro materiale al suo interno. Poi parliamo del colore, più trasparente è più prestigioso è, e infine del taglio. Quest’ultima è la parte su cui si può intervenire per rendere il materiale grezzo nel vostro diamante perfetto. Se le altre sono tutte qualità naturali, questa è l’unica che dipende dalla bravura dell’artigiano. Il taglio può essere di vario tipo, i più conosciuti sono: rotondo, ovale, a marquise, a cuore, a smeraldo (quadrato o rettangolare), a goccia, a baguette, a carrè.

Incastonatura: parlando di matrimonio ovviamente parliamo di diamanti che vengono incastonati sulle fedi. Le fedi possono essere di varia larghezza, colore, elaborazione e il diamante darà quel tocco in più che raffinerà il vostro anello. C’è chi mette un diamante solo sull’anello che sarà della sposa. Chi lo mette su entrambi. Chi ne mette più di uno e chi lo mette rivolto verso l’interno come soluzione per non perdere il valore sull’anello dello sposo. Le incastonature possono essere di diverso tipo ed anche in questo caso è meglio conoscere le varie opzioni per scegliere l’anello che più vi piace e vi rappresenta: a griffes, all’inglese, su lastra, a pavé, a binario. Non dimenticate, sarà l’anello della vostra vita e vi accompagnerà ogni singolo giorno, per questo dovrete cercarlo oppure farvelo fare come lo desiderate!

Alcune nostre soluzioni

Diamanti conflict-free: questo è l’ultimo aspetto, per ordine, non di certo per importanza, che vi invito a tener presente quando sceglierete il diamante da mettere sulle vostre fedi. È considerato la 5° C e sta per “certificato di provenienza” del diamante. Infatti dall’ inizio di questo millennio l’Onu insieme a diverse ONG e categorie di lavoratori che hanno a che fare con i diamanti hanno deciso di accertare la provenienza di tutti quei diamanti che seguono le regole di un commercio ed una estrazione equo solidale. Questo per evitare di andare ad alimentare le situazioni che ci sono in alcune zone del mondo, come l’ Angola, Sierra Leone, Congo e Liberia in cui il mercato di diamanti va a finanziare organizzazioni criminose o rivoltose oppure che fanno lavorare operai a condizioni al limite della dignità umana, sfruttando perfino bambini.

Senza dimenticare questo ultimo aspetto, ora andate a scegliere il vostro anello preferito!

Ciao, ciao sposine!

Rispondi

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: